Home » Gioco Online » Roma in testa alla classifica della spesa più alta in macchinette da gioco

Roma in testa alla classifica della spesa più alta in macchinette da gioco

Secondo dati pubblicati dall’Agenzia Dogane e Monopoli, la spesa complessiva per il gioco nel comparto fisico e online nel 2016 e nel primo semestre del 2017 ha toccato i 9,3 miliardi di euro.

Nella classifica per città Roma compare al primo posto con la spesa più alta per gli apparecchi da gioco: nel primo semestre del 2017, la spesa, corrispondente alla differenza tra raccolta totale e vincite, è stata pari a 271,3 milioni; di questi, 145 sono finiti nelle casse dello stato.

Una cifra da capogiro se paragonata alla spesa complessiva riferita all’intero territorio nazionale, che attraverso slot e videolotteries, ha toccato i 9,3 miliardi di euro. Sul podio troviamo Milano con 141,7 milioni (77 nelle casse dello Stato) e Torino con 98 milioni.

Seguono Genova con 56,4 milioni e Napoli con 53,2 milioni. Nella top 10 figura anche Prato, unico Comune con meno di 200mila abitanti che rientra in questa classifica ristretta: la spesa nel comune toscano arriva a 43,2 milioni di cui poco meno della metà finisce nelle casse dello stato.

Dai dati emerge che la spesa complessiva nazionale per il primo semestre 2017 risulta così ripartita: 5 miliardi di euro all’Erario e circa 4,3 miliardi alla filiera. L’incidenza dell’Erario sulla spesa è quindi superiore al 54%.

Nel 2016 la spesa complessiva per il gioco fisico e online è stata di circa 19,4 miliardi di euro (pari al 20% della raccolta, che ha toccato 96,1 miliardi).

La spesa media della popolazione è ammontata a circa 400 euro/anno per persona. Dei 19,4 miliardi spesi nel gioco legale nel 2016, 10,4 miliardi di euro sono finiti all’Erario e poco meno di 9 miliardi alla filiera (di cui fanno parte circa 100mila soggetti tra concessionari, gestori, produttori di sistemi di gioco, esercenti tabaccherie).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*
*